Tutto sui led: prima o poi illumineranno ogni stanza e mobile della nostra casa

di Davide Deponti

Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 25 febbraio 2011 alle ore 11:55.

Risparmio energetico garantito, migliore qualità della luce emessa e minore impatto sull'ambiente circostante: la rivoluzione della luce parte dall'uso dei led

Se i punti luce led installati a Roma oggi sono circa 2mila, dato che pone la capitale al primo posto in Italia per l'utilizzo pubblico di questa tecnologia che consente di evitare emissioni di co2 pari a circa 267-330 tonnellate l'anno, sempre di più sono le aziende, come la Domino Led di Bpt Group, che propongono ai privati per la progettazione delle loro case linee di sistemi illuminanti che sfruttano questa tecnologia all'avanguardia per creare sorgenti luminose all'interno e all'esterno della casa.

«Attualmente le applicazioni più importanti e che meglio si adattano a sfruttare la tecnologia a led sono quelle che coinvolgono ambienti pubblici e legati a realtà industriali e produttive. Non solo perché si tratta di sistemi di illuminazione che garantiscono grandi vantaggi in termini di risparmio energetico, ma anche perché i costi per realizzare questi impianti in abitazioni private possono essere superiori alla mediaUna striscia di led lunga cinque metri e utilizzabile ad esempio per illuminare l'interno di un armadio può costare 25/30 euro, escluso il costo dell'alimentatore, pari ad ulteriori 10 euro. Si tratta però di una tecnologia che permette di ottenere risultati di illuminazione migliori, come qualità e distribuzione, rispetto a quelli garantiti dalle classiche lampadine a incandescenza».


Luce elettronica, ecocompatibile e flessibile
Grande esperto del settore dell'illuminotecnica, docente di lighting design presso la Facoltà del Design del Politecnico di Milano, Gianni Forcolini, architetto, crede nei vantaggi di questa tecnologia e non ha dubbi nell'affermare che il futuro è del led. Anche perché, non bisogna dimenticare che, secondo i dettami dell'Europa, entro il 2016 sarà eliminata la produzione di lampade ad alto consumo energetico – ovvero quelle a incandescenza e le alogene – è l'uso dei led diventerà indispensabile. E in quel momento è pure ipotizzabile che i prezzi si abbasseranno parecchio e anche per i progettisti e per i committenti privati sarà più semplice sfruttare la tecnologia dei diodi a emissione di luce (in inglese "Light emitting diode", da cui la sigla led)".

Questo diodo è un piccolo componente elettronico che contiene due terminali attraverso i quali passa la corrente elettrica. La caratteristica principale dei led è di poter essere anche molto piccoli, quindi pratici in molte situazioni. E sono notevoli anche il risparmio di elettricità e la qualità della luce che garantiscono grazie alla loro struttura di componenti elettronici dotati di due terminali attraverso i quali il passaggio della corrente elettrica genera illuminazione.

Il fattore di risparmio energetico sarà fondamentale
«Le lampade a led consumano tra il 50 e il 75% di energia elettrica in meno e hanno una resistenza all'uso almeno quattro volte superiore rispetto a quelle tradizionali: oltre 50mila ore di accensione continua, pari a circa 15 anni di utilizzo. L'ecosostenibilità della tecnologia led poi non riguarda solo il risparmio energetico, ma anche il minore impatto ambientale grazie all'uso di materiali non inquinanti». Un recente studio dell'Università di Stanford, infatti, ha stabilito che il mercurio contenuto in una piccola lampada fluorescente può inquinare 4mila litri di acqua. «Vantaggi pratici che si sommano agli innumerevoli vantaggi creativi - racconta ancora il professor Forcolini-. Grazie al fatto di utilizzare bassi flussi di energia e di sfruttare piccoli ingombri spaziali, i led, che si usano anche in moduli o gruppi, danno all'architetto la libertà di poter concepire caso per caso la quantità di luce che è davvero necessaria per ogni illuminazione. Tante sorgenti di luce danno flessibilità di posizionamento e di uso ed anche per questo cresce nel campo della progettazione l'importanza del lighting designer, figura professionale che lega la propria competenza proprio all'impostazione della luce negli spazi».

Spazi, che possono essere interni ma anche esterni, in quanto l'illuminazione a led permette di costruire anche sistemi dall'alta resa cromatica che possono realizzare installazioni con incassi calpestabili e a soffitto, o anche ad immersione: come Nemo di Domino Led che porta luce decorativa all'interno di piscine, vasche e fontane.

TAGS: Bpt Group | Domino | Gianni Forcolini | Italia | Tutela ambientale

Trova Casa
annunci immobiliari
powered by