Balzo dei modelli Lcd Led ma i televisori restano a due dimensioni

di Gianni Rusconi

Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 18 maggio 2011 alle ore 10:48.

L'elettronica di consumo è in bassa stagione e il mercato dei televisori ne riflette l'andamento. Stando ai dati elaborati da GfK Retail and Technology, il bilancio del primo trimestre si è chiuso in leggero attivo per quanto riguarda i volumi di vendita, in salita del 2% a complessivi 1,6 milioni rispetto allo stesso periodo dell'anno passato, e in rosso del 3,7% alla voce valore, per un giro d'affari che si è fermato a 736 milioni di euro.
L'analisi di Gfk è chiara: dopo due anni di forte crescita della domanda, trainata dal cosiddetto "effetto switch off", il rallentamento rispetto ai trend del 2010 era previsto e si è concretizzato. Solo gennaio è stato ancora un mese di vendite sostenute, per lo più dovute ai saldi.

Nei tre mesi hanno spopolato i televisori Led, che hanno generato circa la metà del fatturato trimestrale: le 660mila unità vendute nel periodo equivalgono a un +417,7% rispetto ai primi tre mesi 2010 e segnano una certa disaffezione dei consumatori per gli apparecchi Lcd tradizionali, in calo del 37,8% pur rimanendo il segmento più significativ0 (poco meno di 820mila unità). In discesa anche i plasma (-5,9% nei volumi), per 76mila apparecchi acquistati a scaffale. Da ricordare che la tecnologia Led non si riferisce a un'alternativa tra cristalli liquidi e plasma, ma solo alla tecnogia di retroilluminazione. I cosidetti led Tv sono, nonostante i proclami di marketing delle case, apparecchi con pannello Lcd.

Gli apparecchi 3D, al momento, rimangono una nicchia anche se hanno sviluppato un business da circa 80 milioni di euro: poco più di 50mila quelli venduti nei primi tre mesi (di cui 44mila a tecnologia Led e 7mila al plasma).

Fra i produttori, chiamati a dover bilanciare gli obiettivi di vendita con la necessità di fare margini, la regina indiscussa dei televisori in Italia si conferma Samsung. La casa coreana, nel periodo considerato, si è accaparrata il 36% della domanda di Lcd e un'equivalente fetta nel segmento Led, mentre nei plasma si è presa il 34% del mercato. Il botto, per quanto limitato in termini assoluti, Samsung l'ha fatto nei modelli 3D, con una share del 51 per cento.

L'andamento a luci e ombre del settore trova riscontro anche nelle parole di alcuni dei principali attori del canale retail. Secondo Maurizio Motta, direttore generale di Mediamarket, «le vendite negli ultimi due mesi sono di difficile lettura: lo scorso anno il mercato era fortemente influenzato da tre iniziative: le promozioni per i Mondiali di calcio, il passaggio al digitale terrestre delle regioni più importanti d'Italia, l'arrivo dei nuovi schermi 3D. Dovendo esprimere un giudizio solo sulla base del venduto, questo certamente non può che essere negativo». La speranza di Motta risiede nel fatto che il 3D e le Smart Tv «sono tecnologie le cui potenzialità sono ancora tutte da scoprire: per le tre dimensioni mancano contenuti all'altezza del prodotto offerto, mentre per gli apparecchi collegati a Internet una più efficace distribuzione della banda larga garantirebbe un'attenzione maggiore della domanda. E non a caso in concomitanza di partite di calcio trasmesse in 3D o di nuovi incentivi per il broadband, il numero dei pezzi movimentati cresce».

Sulla stessa lunghezza d'onda Roberto Cuccaroni, direttore generale di Euronics Italia. «Le grandi innovazioni degli ultimi anni – osserva – sono una delle leve di vendita più significative nel mondo dei televisori: nel 2010 la tecnologia 3D è stata la grande novità ed è diventata un prerequisito fondamentale delle Smart Tv. I contenuti offerti dagli apparecchi Internet ready e la qualità di visione garantita dal 3D daranno un'ulteriore spinta alle vendite, anche grazie a un adeguamento dei prezzi, più abbordabili rispetto allo scorso anno».

LA PAROLA CHIAVE

Led

È la tecnologia che va per la maggiore nei televisori a schermo piatto, ma occorre ricordare che una Tv Led (acronimo di Light emitting diode, diodo a emissione luminosa) è una TV Lcd. Utilizza un pannello a cristalli liquidi retroilluminato da un numero variabile di Led (possono essere posizionati solo sulla cornice posteriore del pannello, nei modelli Edge Led, o su tutta la superficie, Full Led) anziché dalle tradizionali lampade a fluorescenza. Una Tv Led consuma meno energia (fino al 40%) rispetto a un Lcd tradizionale, ha maggior durata e miglior contrasto delle immagini, grazie a tecnologie come il Local Dimming. I televosiri Led possono essere molto sottili: fino a 6-7 millimetri, nel caso dei pannelli Edge Led.

TAGS: Dati di bilancio | Edge Led | Euronics | Gfk | Italia | Maurizio Motta | Mediamarket | Roberto Cuccaroni | Samsung Informatica | Tv Led

Trova Casa
annunci immobiliari
powered by