Della Rocca mette all'asta 250 pezzi d'autore

Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 22 novembre 2011 alle ore 11:58.

Angelo Lelli, lampada modello 12128 Triennale. Tre punti luce orientabili con diffusori verniciati nei tre colori primari, struttura in ottone e metallo laccato nero, base in fusione di ghisa. Arredoluce, Italia, 1951. Inciso sotto la base: Arredoluce-Monza. h cm 170. valore: 6000 / 8000 euro. All'asta da Della Rocca (Torino) il 30 novembre

Angelo Lelli, lampada modello 12128 Triennale. Tre punti luce orientabili con diffusori verniciati nei tre colori primari, struttura in ottone e metallo laccato nero, base in fusione di ghisa. Arredoluce, Italia, 1951. Inciso sotto la base: Arredoluce-Monza. h cm 170. valore: 6000 / 8000 euro. All'asta da Della Rocca (Torino) il 30 novembre

Da un maestro del passato – ma sempre attuale - come Gio Ponti alla giovane promessa olandese Martin Baas. Dai piccoli oggetti che impreziosiscono una casa alle lampade, le sedute e le scrivanie che hanno fatto la storia del design italiano. Il design del Novecento è il protagonista indiscusso alla casa d'aste Della Rocca di Torino, che mercoledì prossimo 30 novembre, mette in evndita oltre 250 lotti di design internazionale. Le opere in catalogo sono anche in mostra alla galleria Cristiani dal 25 al 29 novembre: una vera occasione per conoscere l'arte tanti maestri, come Gio Ponti, Lucio Fontana, Max Ingrand, Caccia Dominioni o Gino Sarfatti. www.dellarocca.net

TAGS: Architettura | Caccia Dominioni | Della Rocca | Gino Sarfatti | Gio Ponti | Lucio Fontana | Martin Baas | Max Ingrand

Trova Casa
annunci immobiliari
powered by