Flexform apre otto showroom monomarca

Pietro Galimberti, Presidente Flexform

Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 19 aprile 2012 alle ore 09:03.

1. Come si colloca la vostra azienda nel contesto di crisi dei consumi che colpisce il settore arredamento e su quali stategie puntate per uscirne?
Flexform, specializzata in imbottiti, ha affrontato la crisi continuando a fare investimenti. Innanzitutto spingendo sempre più su ricerca e sviluppo, scegliendo fornitori e materiali di alta qualità (tessuti, pelli, poliuretani, piuma d'oca certificata, legni, marmi), ottimizzando i sistemi informatici dell'azienda e spingendo sul servizio puntuale al rivenditore. E poi importanti investimenti hanno interessato le politiche distributive d'Oltreoceano, con la nascita di una rete di showroom monobrand in tutto il mondo: Miami, Chicago, San Paolo, Seoul, Londra, Tokio, Singapore e di recente New York.

2. Quale o quali novità presentate al Salone del mobile 2012 in corso a Milano nei padiglioni della Fiera di Rho-Pero?
Al Salone presentiamo nuovi divani e complementi per la zona living, tra cui Evergreen, disegnato da Antonio Citterio (nella foto), che risponde a esigenze di comfort. I criteri a cui si ispira sono quelli che da sempre caratterizzano il nostro marchio, ovvero eleganza e qualità. E poi una nuova collezione letti che sono la declinazione naturale dei nostri divani più importanti.

3. Quale o quali misure dovrebbe prioritariamente prendere il Governo Monti per favorire la ripresa del comparto?
Il Governo dovrebbe garantire agevolazioni fiscali alle aziende e sostegno alle politiche di export nei Paesi emergenti. Il problema in Italia è invece il sell-out del negozio: qui servirebbero politiche di sostegno soprattutto al consumatore finale, attraverso la creazione di sviluppo e lavoro.

Torna all'articolo

TAGS: Antonio Citterio | Esercizi commerciali | Flexform | Governo Monti | Italia

Trova Casa
annunci immobiliari
powered by