Kit per l'orto domestico: ecco le soluzioni creative dei designer

di Michela Finizio

Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 23 agosto 2012 alle ore 16:21.

L'orto domestico è la nuova frontiera del risparmio e ispira numerosi progettisti. La possibilità di ricreare una mini oasi naturale a portata di mano, tra le mura domestiche, è una delle sfide creative più gettonate del momento. La concezione di orto domestico è ormai così diffusa da diventare un vero e proprio oggetto di studio dei giovani designer.

Per ultimo il designer britannico Philip Houiellebecq ha creato una soluzione ecologica per consentire ai cittadini di crescere verdure e piante di spezie in un piccolo spazio domestico. Il sistema é destinato agli ambienti urbani che non prevedono aree verdi per piantare ortaggi. Si tratta di un kit di giardinaggio urbano creato per dare l'opportunità agli abitanti delle città di coltivare prodotti freschi a casa. Un set di contenitori originali in polietilene, acciaio, gomma, legno e acrilico, tutto riciclato.

L'installazione é molto semplice e può essere posizionata sia orizzontalmente sia verticalmente. Le radici crescono in un supporto rimovibile mentre il resto della pianta é in cima all'unità modulare in modo che le radici siano appese all'interno di un cilindro riempito di nutrienti. La parte superiore può essere rimossa facilmente durante il momento della raccolta. Inoltre il set è trasparente e permette, secondo quanto riporta il sito ambientalista Ecologismos, di controllare lo sviluppo della radice senza rimuovere la pianta dal vaso. Per mantenere sani i vegetali, il «contadino urbano» deve soltanto offrire l'ossigenazione alla coltura, pompandola un paio di volte al giorno. Secondo il progettista, Auxano, questo il nome del sistema, consentirà di coltivare ortaggi in maniera economica, riducendo al minimo l'uso di risorse naturali come l'acqua e la luce del sole.

Esistono anche tanti altri prototipi, ideati da designer di tutto il mondo. Eccone alcuni esempi, tra progetto e realtà

TAGS: Architettura | Philip Houiellebecq |

Trova Casa
annunci immobiliari
powered by