Sei modi per ristrutturare e vendere casa più facilmente: le idee dei giovani architetti su CoContest

di Federico Schiano di Pepe

Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 10 febbraio 2014 alle ore 18:16.

Una delle competizioni più partricolari, tra quelle svoltesi su CoContest, la piattaforma web italiana dedicata al mondo dell'architettura e dell'interior design, è nata proprio dall'esigenza di vendere un appartamento. Il proprietario di un'appartamento di 100 metri quadrati a Roma ha deciso di vendere la sua proprietà e prima di farlo è intenzionato a realizzare alcuni piccoli interventi di ristrutturazione, così da rendere l'immobile più appetibile per i potenziali clienti e riuscire avenderlo più facilmente.

Prima di investire denaro, però, il proprietario si è affidato a CoContest, per ottenere diversi progetti di ristrutturazione dell'immobile tra cui scegliere quello da realizzare. Una delle sfide più complesse poste da questa competizione agli architetti partecipanti è stata quella di conciliare il numero e la portata degli interventi da realizzare con un budget a disposizione chiaramente molto limitato.

L'obbiettivo era, dunque, quello di trovare soluzioni inteligenti che permettessero di sfruttare al meglio lo spazio, e al contempo selezionare degli arredi economici che possano però incontrare il gusto della più vasta platea possibile di acquirenti potenziali. Alla fine della gara è risultato vincitore il progetto realizzato dall'architetto greco Maria Bosgana , che ha trovato il giusto equilibrio negli intreventi modificando la disposizione degli spazi precedente senza realizzare grandi interventi di muratura, e soprattutto ha saputo selezionare degli arredi semplici ed economici, in grado di soddisfare le aspettative della maggior parte dei potenziali acquirenti. Inoltre, l'architetto è riuscito, a costi quasi nulli, a sfruttare lo spazio perso nella precedente distribuzione realizzando uno spazio per la preparazione dei cibi antecedente la cucina vera e propria.

Si è classificato, invece, secondo il progetto realizzato dall'architetto australiano Jennifer Simonelli, che ha però abbinato a delle soluzioni molto brillanti, come ad esempio la piccola zona bar affaciata sul salone e ricavata in uno spazio precedentemente inutilizzato, un'arredo eccessivamente soggettivo e particolare che difficilmente avrebbe incontrato il gusto della maggior parte dei possibili acquirenti.

Infine, molto interessante anche il progetto realizzato dall'architetto milanese Andrea Ariazzi, che ha centrato il punto della competizione, selezionando un arredo semplice, lineare e non eccessivamente costoso e riuscendo a dare un'immagine nuova e moderna all'appartamento senza ricorrere a interventi strutturali o a spese folli.

TAGS: Andrea Ariazzi | Architettura | Jennifer Simonelli | Maria Bosgana |

Trova Casa
annunci immobiliari
powered by