Viaggio al 9° piano della torre Solea, dove l'abitare «verticale» è sospeso su Milano

di Michela Finizio

Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 02 aprile 2014 alle ore 17:56.

È partita dalle logge e dal terrazzo l'ispirazione di Nina Yashar per arredare la penthouse al 9° piano della torre Solea. Nina è titolare della galleria di via della Spiga, nel cuore del quadrilatero della moda a Milano, specializzata nella vendita di mobili e tappeti rari del Ventesimo Secolo. «È stato il dialogo dell'edificio con la città - racconta - ad ispirare il design degli interni». Entrando nell'esclusiva residenza, infatti, a catturare l'attenzione è soprattutto la vista mozzafiato, grazie ad ampie vetrate su più lati, spezzate dalle linee nere degli infissi e del granito alle pareti. Subito dopo l'occhio cade sugli arredi, selezionati con cura, che "colorano" gli ambienti illuminati dalla luce esterna.

Quindici piani e 33 appartamenti, ciascuno diverso dall'altro. È la torre Solea, inaugurata a Milano in vista della design week. Nell'ambito del Fuorisalone, dall'8 al 13 aprile, sarà possibile vistare una residenza spettacolare di 280 metri quadri allestita al nono piano (dalle 10 alle 22). L'interior design è stato curato da Dolce Vita Homes, in collaborazione con Coima Image, con l'allestimento di Nina Yashar. Ad aprile inizierà la vendita delle unità abitative, proposte sul mercato con un range di prezzo che varia da 7.500 a 11mila euro al metro quadro. Sono escluse da questi prezzi le unità più pregiate, come la penthouse triplex di oltre 400 metri quadri all'ultimo piano e alcuni duplex particolarmente scenografici, per cui si è scelto di procedere tramite trattativa privata.

Ad accogliere l'inquilino sulle ampie terrazze, infatti, ci sono due chaise longue e alcune piante di limoni, che fanno spiccare gli ambienti esterni rispetto al contesto. È il giardino d'inverno la vera "chicca" che rende l'abitare "verticale" a Milano unico nel suo genere: si tratta di vivere sospesi sulla città grazie ad una vista mozzafiato sul Diamantone (grattacielo sempre sviluppato da Hines, verso Melchiorre Gioia) e - poco più in là - sulle guglie del Duomo e sulla Torre Velasca. «Quando ho saputo che dovevamo arredare questa residenza esclusiva - afferma Alida Catella, di Coima Image - sono entrata nell'abitazione vuota e mi sono seduta sul pavimento: la teatralità degli esterni e la scenografia degli interni parlava da sola».

Nella torre Solea sono 7 gli appartamenti con una sola stanza da letto. Sei, invece, sono i duplex. Per quanto riguarda le metrature delle abitazioni sono solamente 13 quelle fino a 100 metri quadri. Le altre sono unità più ampie e tutte, comunque, hanno logge esterne o "giardini invernali" che vanno da un minimo di 75 ad un massimo di oltre 100 metri quadri. L'edificio è stato progettato dallo Studio Caputo Partnership: «È la città ad aver "disegnato" i tratti principali – spiega l'architetto Paolo Caputo -: chi abiterà all'interno della torre Solea vivrà sospeso tra due sguardi su Milano, sul paesaggio urbano. Da un lato il disegno morfologico delle Varesine, dall'altro l'asse prospettica di Porta Nuova».

Sviluppata da Hines all'interno della maxi rigenerazione urbana di Porta Nuova, la torre Solea dialoga con la vicina torre Solaria, più alta e slanciata, già venduta per l'85% ad un prezzo medio di 9.600 euro al metro quadro. La "sorella minore" Solea verrà messa sul mercato in questi giorni e, secondo Hines, incontrerà il favore di investitori internazionali «senza problemi». Ad ispirare l'architetto Caputo, così come Alida Catella, sono stati innanzitutto i tratti del razionalismo milanese e del Novecento italiano. Uniti ad un tocco di modernità e contemporaneità, grazie a oggetti unici e a linee che spezzano lo sguardo. «Da un lato abbiamo giocato sullo svelamento di parti murarie all'esterno - afferma l'architetto Caputo - spezzate da terrazzi cristallini e dal granito nero. Dall'altra le logge difendono le abitazioni dall'invadenza degli esterni».

TAGS: Alida Catella | Architettura | Hines | Melchiorre Gioia | Milano | Nina Yashar | Paolo Caputo |

Trova Casa
annunci immobiliari
powered by