Elettrodomestici: come abbattere la bolletta grazie a classe A e tariffa bioraria

di Paola Guidi

Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 16 settembre 2014 alle ore 15:19.

AEG, Pro Clean, lavastoviglie da 15 coperti, A+++; sopra, un cassetto serve a contenere una notevole quantità di posate. Lava emettendo solo 39 db, un livello estremamente basso che scende a 37 con il programma speciale per la notte.

AEG, Pro Clean, lavastoviglie da 15 coperti, A+++; sopra, un cassetto serve a contenere una notevole quantità di posate. Lava emettendo solo 39 db, un livello estremamente basso che scende a 37 con il programma speciale per la notte.

Praticamente gratis. Scegliendo elettrodomestici superefficienti (A+, A++ e A+++), usandoli nelle ore in cui l'elettricità è più conveniente (quasi il 30% in meno di sera e nei giorni festivi) e con i programmi a risparmio energetico (-30%), la bolletta elettrica si dimezza. Anzi, di più. Si tratta di qualche centinaio di euro risparmiabili ogni anno ma i consumatori spesso non non ne sono informati.

«Solo pochissimi negozianti consigliano ai clienti queste scelte - lamenta Federica Rossi Gasparrini, presidente di Federcasalinghe, l'associazione senza fini di lucro che con oltre 800mila socie si batte da sempre per la sicurezza e il risparmio energetico - Il problema riguarda proprio la mancanza di informazioni sul punto vendita e il fatto che vengono promosse le vendite di apparecchi di basso costo e bassa qualità che, come dicono i nostri esperti, consumano di più. A maggior ragione ora che le tariffe biorarie, partite nel 2010, solo ora sono diventate realmente convenienti, con uno scarto che può arrivare al 30% tra il costo del kilowattora delle ore più care e quelle più convenienti». Ma affinché la bolletta scenda in modo sensibile occorre seguire i consigli degli esperti.

«Gli orari intelligenti»
La prima, più importante regola per "tagliare" la bolletta, è di "spostare" negli orari di minor costo il funzionamento di quasi tutti i grandi elettrodomestici e cioè tra le 19 e le 8 del mattino e durante il fine settimana e nei giorni festivi. Trasferendo, per esempio, al sabato e alla domenica più bucati possibile. Ma per far funzionare negli orari serali e notturni senza disturbare i vicini e senza far saltare il contatore occorre scegliere apparecchi di tecnologia recente e molto efficienti, poiché sono gli unici dotati di un motore silenzioso senza vibrazioni e di isolamenti speciali. E di un programmatore che avvia automaticamente l'elettrodomestico ad un'ora prefissata, quella più conveniente (Candy, Hoover, Siemens, Hotpoint-Ariston, Electrolux, Hoover, tutti con timer da 1 a 23 ore).E solo gli apparecchi A+, A++ e A+++ consentono risparmi dal 30 al 50% rispetto ai vecchi elettrodomestici. Con il vantaggo che possono funzionare insieme senza "far saltare il contatore". Non tutti gli elettrodomestici però rispettano l'etichetta…
«Da alcuni mesi - dichiara Rossi Gasparrini - la Commissione Europea ha finalmente avviato i controlli sulle etichette cominciando dalle lavatrici ed ha ufficialmente dichiarato che solo le lavabiancheria Indesit e Miele hanno dati del tutto corrispondenti a quelli riportati sulle etichette. Gli altri produttori si adegueranno molto presto».

Avvio programmatoanche a distanza
Il timer è molto utile ma può accadere, per esempio, se si è fuori casa, di dover avviare la lavastoviglie per una cena…improvvisa, per la quale occorre trovare, al rientro, le stoviglie pulite e asciutte. È ora possibile collegare gli elettrodomestici a dispositivi domotici di costo molto accessibile e ad app gratuite, che trasformano la tastiera del cellulare nella tastiera virtuale dell'elettrodomestico da programmare. Bosch, Siemens, Haier, Indesit, Candy, Samsung e LG offrono queste soluzioni intelligenti con le quali è possibile, anche da fuori casa, far funzionare un elettrodomestico esattamente a partire dalle 19.

Grandi carichi, piccoli consumi
Le tariffe differenziate consentono di usare lavatrici, forni e lavastoviglie di grandi capacità senza problemi. Per esempio la lavastoviglie Evospace di Candy, da 16 coperti, permette di lavare "mega-carichi" con un solo programma, è di classe A+++ ed ha un timer per l'avvio anticipato sino a 23 ore. Ai piani alti di alcune case l'acqua arriva - in determinati orari - con una pressione insufficiente e questo allunga notevolmente i tempi del funzionamento delle lavatrici e lavastoviglie, le ultime lavastoviglie Hoover lavano ben 15 coperti con soli 10 litri d'acqua in classe A+++ ed è possibile usarle in orari in cui c'è la pressione sufficiente perché sono molto silenziose. Un consumo molto basso anche per l'asciugabiancheria iQ890 di Siemens, solo 0,017 kW all'ora; si può usare a lungo di notte perché è molto silenziosa.

TAGS: Bosch | Candy | Electrolux | Federcasalinghe | Federica Rossi Gasparrini | Haier | Indesit | LG Electronics | Samsung Informatica | Siemens | Telecomunicazioni

Trova Casa
annunci immobiliari
powered by