Parte l'Ecovillaggio solare di Gubbio

Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 04 luglio 2012 alle ore 11:58.

Case immerse nella natura, costruite con materiali a impatto zero e del tutto autosufficienti sotto il profilo energetico. Anzi, capaci di produrre più energia di quella che consumano. Un'idea che in Umbria inizia a concretizzarsi proprio in queste settimane.
È l'Ecovillaggio solare, innovativo sistema abitativo in costruzione a Santa Cristina (Gubbio), all'interno del Parco Alcatraz, il polmone verde di 4 milioni di metri quadrati che si estende tra il comune e Perugia. Promotore dell'iniziativa è l'attore e scrittore Jacopo Fo, fondatore della Libera Università di Alcatraz, centro culturale in cui, insieme a percorsi di qualificazione professionale e laboratori di ricerca, vengono insegnati e praticati stili di vita "sostenibili".

A gestire lo sviluppo del progetto immobiliare, al fianco di questa struttura, c'è la società di commercio etico Merci Dolci, specializzata anche nella consulenza per l'installazione di impianti solari termici e fotovoltaici. Secondo il progetto, firmato dagli architetti Sergio Los e Natasha Pulitzer, l'Ecovillaggio solare prevede una serie di compound abitativi distribuiti su uno spazio di 400mila metri quadrati, un decimo dell'intero Parco, classificato come Sic (Sito di importanza comunitaria). Lungo un arco collinare di 2,5 chilometri si svilupperanno il villaggio centrale, il parco condominiale (di 270 mila metri quadrati), la piazza con bazar e luoghi di ritrovo e circa un centinaio di case. Almeno 70 case si dividono tra abitazioni antiche, in pietra, già recuperate o ancora da restaurare secondo criteri di efficienza energetica e altre, da costruire ex novo, prevalentemente in legno.

A queste, si aggiungeranno sia un insediamento che verrà edificato da una cooperativa di proprietari, sia altre abitazioni individuali o d'uso collettivo, da realizzare con criteri di autocostruzione. I proprietari degli appezzamenti potranno personalizzare le propria dimora, gestendo direttamente il processo produttivo, mediante tecnologie semplici e dai costi contenuti. «Contiamo di consegnare i primi 17 appartamenti entro la fine di quest'anno e di concludere l'intera opera entro i successivi due anni», dice Fo. Gli appartamenti avranno metrature comprese tra 40 e 200 metri quadrati e un costo tra 2.200 a 2.800 euro al metro quadrato, cifra che include i pannelli solari fotovoltaici e termici e le proprietà condominiali, comprensive tra l'altro di piscina coperta e sala feste. Si tratta di prezzi di circa il 30% più cari rispetto alle medie del settore residenziale di Perugia, ma tra energia solare, sistemi di isolamento termico e accorgimenti per la riduzione dei consumi idrici, il risparmio effettivo in bolletta sarà dell'80 per cento.

TAGS: Jacopo Fo | Natasha Pulitzer | Prezzi e tariffe | Sergio Los | Umbria

Trova Casa
annunci immobiliari
powered by