SE L'AFFITTO DURA MENO DI 30 GIORNI

Vorrei chiarimenti in merito alla risposta al quesito n. 64 («Fino a un mese l'inquilino non va segnalato alla Ps») pubblicata sul Quaderno dell'Esperto risponde dedicato agli «Affitti», nella quale pare di capire che, in caso di locazione di sette giorni, non sussista l'obbligo di comunicazione per cessione o locazione del fabbricato.Ebbene, l'articolo 2, comma 1, Dl 79, convertito dalla legge 131/12, mi pare preveda, al contrario, l'obbligo di denuncia per le locazioni inferiori a 30 giorni e senza registrazione all'Agenzia in termine fisso. Nel mentre, prevede l'esonero totale della comunicazione ex articolo 12, Dl 21 marzo 1978 n.59, per i contratti di cessione o locazione soggetti all'obbligo di registrazione in termine fisso, ex Dpr 131/86, in quanto la registrazione del contratto all'agenzia Entrate sopperisce alla comunicazione alla questura.
Ove un contratto di locazione non sia registrato, a norma dell’articolo 17 del Dpr 26 aprile 1986, n. 131, l’obbligo di comunicazione di cessione del fabbricato sussiste ove la locazione abbia durata superiore ad un mese. E, infatti, il decreto legge 20 giugno 2012, n. 79, non ha abrogato l’obbligo di comunicazione contenuto nell’articolo 12 del decreto legge 21 marzo 1978, n. 59, ma si è limitato ad “assorbirlo” a determinate condizioni (la registrazione “in termine fisso”). In particolare, il richiamato articolo 2, comma 1, del Dl 79/2012, si limita a disporre che: «La registrazione dei contratti di locazione e dei contratti di comodato di fabbricato o di porzioni di esso, soggetti all'obbligo di registrazione in termine fisso, ai sensi del Testo unico delle disposizioni concernenti l'imposta di registro, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 26 aprile 1986, n. 131, assorbe l'obbligo di comunicazione di cui all'articolo 12 del decreto-legge 21 marzo 1978, n. 59, convertito, con modificazioni, dalla legge 18 maggio 1978, n. 191».Ne consegue che – in assenza di registrazione in termine fisso ex Dpr 131/1986 – continua a spiegare i suoi effetti l’articolo 12 del Dl 59/1978, per il quale «chiunque cede la proprietà o il godimento o a qualunque altro titolo consente, per un tempo superiore a un mese, l'uso esclusivo di un fabbricato o di parte di esso ha l'obbligo di comunicare all'autorità locale di pubblica sicurezza, entro quarantotto ore dalla consegna dell'immobile, la sua esatta ubicazione, nonchè le generalità dell'acquirente, del conduttore o della persona che assume la disponibilità del bene e gli estremi del documento di identità o di riconoscimento, che deve essere richiesto all'interessato». Per scrupolo si evidenzia che per l’articolo 5, comma 1, del Dpr 131/1986 «sono soggetti a registrazione in termine fisso gli atti indicati nella parte prima della tariffa…», tra i quali è annoverato anche il contratto di locazione.

Non hai trovato quello che stavi cercando? Cerca nella banca dati dell'Esperto Risponde