È friuliana una delle tre case al mondo costruita con legno da foreste gestite in maniera sostenibile

Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 11 gennaio 2011 alle ore 00:40.

Il progetto di casa di legno ecosostenibile «Sa Di Legno», realizzato a Sostasio di Prato Carnico (Udine) da Samuele Giacometti, ha ottenuto la certificazione di progetto «Pefc», schema di certificazione forestale più diffuso al mondo.

È la prima volta in Italia - informa una nota - che un progetto ottiene questo tipo di certificato, e la terza nel mondo. Il riconoscimento permette al progettista di dare garanzia che i 140 metri cubi di legname utilizzati per la costruzione della sua casa provengano al 100% da foreste gestite in maniera sostenibile, secondo gli standard internazionali fissati dal Pefc.

Nel caso della costruzione di Giacometti è possibile anche conoscere da quale ceppo arriva ogni singola trave, listello o tavola usata: legni di abete e larice provenienti dai boschi certificati Pefc dell'Amministrazione beni frazionali di Pesariis (Udine), a 11 chilometri dal punto in cui la casa è stata edificata.

Il Friuli Venezia Giulia è, dopo Trentino e Alto Adige, la regione con la maggiore superficie forestale certificata (75 mila ettari su 300 mila totali, pari al 25% dei boschi regionali). In Italia, la percentuale di boschi certificati Pefc si attesta all'8,5%. Al progetto sono stati assegnati anche riconoscimenti come il CasaClima Award 2010, dall'Agenzia CasaClima di Bolzano, e la Bandiera Verde 2010 da Legambiente.

TAGS: Alto Adige | Friuli Venezia Giulia | Legambiente | Samuele Giacometti

Trova Casa
annunci immobiliari
powered by