I 40 beffati di Calchi Taeggi - Milano, Zona Bisceglie

di Michela Finizio

Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 04 maggio 2011 alle ore 15:36.

I 40 beffati di Calchi Taeggi - Zona Bisceglie

I 40 beffati di Calchi Taeggi - Zona Bisceglie

Quaranta famiglie in cerca di casa hanno impegnato i loro risparmi sul progetto di Calchi Taeggi, e oggi rischiano di perdere tutto. Sono i soci della cooperativa Nives, vincolati con quote tra i 150 e i 160mila euro ciascuno, come assegnatari dei futuri alloggi di edilizia convenzionata previsti sull'area oggi posta sotto sequestro dalla Procura.

L'ipotesi è di irregolarità nella bonifica dei terreni dove sarebbe dovuto sorgere un nuovo quartiere per 5mila abitanti: i reati ipotizzati sono avvelenamento delle acque, omessa bonifica e gestione di discarica abusiva. La polizia giudiziaria nel novembre 2010 ha messo i sigilli sull'area dell'ex cava Geregnano, in zona Bisceglie, di proprietà delle società Acqua Pia Antica Marcia e la Residenze Parchi Bisceglie.

Le cooperative Solidarnosc del Consorzio Cooperative Lavoratori (Ccl) e Nives sono due dei soggetti attuatori del Pii (Programma integrato di intervento) Calchi Taeggi e i loro palazzi sarebbero andati a occupare solo una piccola parte dell'area oggi posti sotto sequestro dalla Procura (quella destinata all'edilizia convenzionata), pari a circa 16mila metri quadrati dei totali 260mila. «Abbiamo acquistato un'area bonificata e non avremmo mai immaginato il blocco – afferma Alessandro Maggioni, presidente di Ccl –. I nostri soci sono stati informati di tutto fin da subito e non abbiamo bloccato le loro risorse. La struttura sociale del consorzio ci ha permesso di dare loro un sistema robusto di garanzie contrattuali e abbiamo restituito le quote impegnate a chi lo ha richiesto».

Più difficile la situazione per i soci della cooperativa Nives, più piccola e meno solida dal punto di vista patrimoniale. Alcuni di loro si sono rivolti al Conafi (Coordinamento nazionale comitati vittime fallimenti immobiliari): «Assistiamo cinque dei circa 40 soci assegnatari che hanno versato ciascuno cifre tra i 150 e i 160mila euro – racconta l'avvocato Franco Casarano di Assocond-Conafi –. La cooperativa ha investito circa 12 milioni sul progetto, per metà coperti dagli impegni di firma dei soci e per metà mutuati da un istituto di credito. Non hanno rilasciato alcuna fideiussione bancaria, nonostante sia obbligatoria per legge».

La normativa è quella della legge 210 del 2004 sulla tutela degli acquirenti di immobili, attuata dal decreto 122/2005 che prevede l'obbligo di rilasciare garanzie fideiussorie per gli acconti versati. «La sanzione in questo caso è la nullità del contratto e sicuramente i soci avrebbero diritto a riavere i soldi – aggiunge Franco Casarano –, ma riteniamo che potrebbe non esserci la copertura da parte della cooperativa che rischia l'insolvenza». Interpellata dal Sole 24 Ore Lombardia la cooperativa Nives non ha voluto rilasciare dichiarazioni. «Stiamo cercando di attivare un tavolo con i soggetti coinvolti per fare in modo che i tempi del sequestro si riducano, ma il rischio è che queste famiglie che si sono impegnate in vari modi debbano aspettare a lungo», conclude il rappresentante del Conafi.

Nel frattempo la Procura sta portando avanti le indagini preliminari sull'area, anche per verificare l'ipotesi di inquinamento della falda. «Per questa fase c'è tempo fino al 30 di maggio – afferma Claudio De Albertis, uno dei titolari del piano di intervento, per il gruppo Residenze Parchi Bisceglie –. Dobbiamo capire se l'atto amministrativo della conferenza dei servizi che ha dato il via alla messa in sicurezza dell'area nel gennaio 2009 è legittimo. Rispetto alle cooperative noi non avevamo venduto preventivamente alcun immobile, però ci troviamo lo stesso a dover gestire una difficile situazione economica: per comprare le aree abbiamo investito ingenti somme che oggi restano bloccate».

TAGS: Acqua | Alessandro Maggioni | Calchi Taeggi | Conafi | Consorzio Cooperative Lavoratori | Franco Casarano | Giustizia | Lombardia | Pia Antica Marcia | Residenze Parchi Bisceglie | Solidarnosc

Trova Casa
annunci immobiliari
powered by