Vivere nel casale con vigna

di Castiglia Masella

Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 06 ottobre 2011 alle ore 09:39.

Comprare un casale con un po' di vigna, magari guardando avanti e legando l'acquisto a una possibile rivalutazione dei terreni, è un sogno per molti. «Anche se – spiega Francesca Fantuzzi, analista del l'Ufficio studi Gabetti – tale tipologia è più una richiesta di lusso: chi acquista lo fa più per prestigio che non per investimento».

Secondo uno studio della stessa Gabetti, il mercato delle case di campagna e dei rustici resta un segmento discretamente vivace. Nell'ultimo anno le transazioni sono cresciute del 2,1%, ma molte sono le differenze sul territorio, pur con una diminuzione generalizzata delle quotazioni, soprattutto sui top price e sulle soluzioni ristrutturate. Nel corso del 2011 i segnali indicano però un rallentamento delle richieste.

Quali sono allora le zone più interessanti? Un'analisi del centro studi di Immobiliare.it mette la Sicilia occidentale tra le aree più appetibili e, nell'ultimo periodo, sempre più ricercate. Il motivo? «Perché – dice Guido Lodigiani, direttore corporate Gruppo Immobiliare.it – si è attuata la vendemmia verde che consiste nell'eliminazione totale dei grappoli acerbi, con l'obbligo di non mettere a vendemmia lo stesso impianto per più di un anno».

In questa parte dell'isola, rispetto al 2010, il mercato degli immobili con terreno registra un risveglio delle richieste da parte di una fascia di clientela medio-alta «anche se – sottolinea Micaela Miniotto, socia di MHabita Immobili Esclusivi – non è detto che le richieste si traducano in acquisto. E inoltre, dall'inizio dell'anno, i prezzi si sono abbassati per rendere più appetibili tali proprietà». Per un rustico con un po' di vigna da ristrutturare la spesa parte in media da 100-150mila euro mentre per un bene ben ristrutturato si va da 400-500mila euro in su.

Nel Trapanese, invece, «per un casale di medie dimensioni (circa 300 metri quadrati) si hanno valori indicativi di 90-100mila euro, mentre un ettaro di vigneto vale circa 15mila euro – dice Giuseppe Mineo, affiliato Tecnocasa Trapani –. Se il casale si trova su una collina in zona panoramica o di interesse turistico i prezzi possono lievitare e addirittura raddoppiare».

In Piemonte, Langhe, Roero e Monferrato potrebbero rivalutarsi per la candidatura a diventare siti Unesco. «Le cascine con vigneto – commenta Riccardo Mondino di Panorama Immobiliare – hanno sempre mercato, anche se meno di tre o quattro anni fa. Per molti questo tipo di acquisto è una scelta di vita. Si sono un po' fermati gli acquirenti esteri: non perché la zona abbia perso appeal, ma per effetto della crisi avvertita anche fuori dall'Italia».

I prezzi variano sensibilmente a seconda della posizione e della sotto-area. Nel Barolo, dove un ettaro di vigna ha prezzi intorno a 150-300mila euro, con punte che si avvicinano a 700-800mila per i Cru più pregiati, un casale già ristrutturato con terreno vitato non costa mai meno di 400-500mila euro.

È quasi un'impresa comprare nella zona del Prosecco, dove l'offerta è praticamente inesistente. «Le tenute con vigneto vanno sempre – spiega Renato Guidolin di Rem Immobiliare –. Nella nostra zona il 60-70% della clientela è estera. La restante è formata da imprenditori locali che comprano in campagna anche per un fatto di prestigio». Per una proprietà con molto terreno vicino a Vittorio Veneto e a Conegliano i prezzi arrivano anche a 3-4 milioni di euro. Se però ci si allontana dai centri più importanti le quotazioni oscillano tra 300mila e un milione di euro.

Nel Lazio i vigneti più costosi (70-140mila euro per ettaro) sono i Doc dei Castelli Romani. «Qui, le variabili per la valorizzazione di un casale con vigna sono molteplici – dice Gianluca Sampieri, consulente Tecnocasa –. Nella zona di Velletri si possono trovare belle proprietà a partire da 250mila euro, mentre nell'area di Marino, Grottaferrata e Frascati la spesa è da un milione in su».

Sempre richiesta la Toscana che registra una certa disponibilità di immobili in vendita. Nel Chianti l'eccesso di offerta e la scarsa domanda hanno determinato una contrazione dei valori. Le zone ricercate sono quelle situate intorno a Gaiole, Radda, Castellina e Greve in Chianti, dove il ristrutturato vale almeno 3mila euro al metro quadrato. Anche a Montalcino l'offerta non manca, e questa è una novità rispetto a qualche anno fa. La clientela, sia italiana che straniera, è molto legata alla produzione del vino e sul mercato ci sono diverse aziende vinicole: qui il ristrutturato va da 2.800 a 3.200 euro. «Tuttavia – nota Mario Buoni, titolare di Ati (Agenzia Toscana Immobiliare) – comprare un casolare con vigna resta un investimento sicuro. Chi opta per queste soluzioni è certo di non perdere nemmeno l'inflazione in caso di rivendita».

TAGS: Ati | Francesca Fantuzzi | Gianluca Sampieri | Giuseppe Mineo | Guido Lodigiani | Italia | Mario Buoni | Micaela Miniotto | Renato Guidolin | Riccardo Mondino | Tecnocasa | Toscana Immobiliare

Trova Casa
annunci immobiliari
powered by