La mappa dei quartieri dove investire a New York

di Evelina Marchesini

Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 27 ottobre 2011 alle ore 09:19.

La visita degli appartamenti si fa tutte le domeniche pomeriggio, fino a tarda serata, esclusivamente per gli italiani. E rigorosamente via Ipad-Skype. Le richieste di appartamenti a New York provenienti dalla Penisola sono talmente aumentate che gli operatori specializzati ricorrono sempre più agli strumenti virtuali per non scontentare nessuno, riservando i tour in loco alle fasi finali delle trattative o ai clienti più facoltosi.
«Gli italiani non hanno mai smesso di comprare a New York, nemmeno in piena crisi, ma negli ultimi due anni, e soprattutto nel 2011, le richieste sono cambiate completamente – spiega Guido Pompilj, titolare della Vivaldi real estate di New York, con sede nel famoso Cityspire –.

I condomini di archistar o di pregio nell'Upper Side attirano meno; si preferiscono piccoli edifici a Downtown o Midtown senza portineria, piscina o palestra e con costi condominiali contenuti e, quindi, con possibilità di rendimento da locazione appetibile. Molto conveniente è il Financial District: a trainare gli acquisti sono i giovani, perché i genitori comprano per loro».
Un trend, questo, che cambia la mappa degli acquisti degli italiani a Manhattan, confermato anche da un altro nome famoso tra chi ha cercato o cerca casa a New York, Giampiero Rispo, titolare di Domus realty corporation, "il Giampi" per gli acquirenti del Nord Italia. «Sono sempre di più gli italiani che acquistano a New York per mandarvi i figli a studiare – spiega Rispo –. Oltre a salvaguardare i loro capitali, vogliono mettere al riparo anche la discendenza: la crisi economico-sociale che sta contaminando l'Europa fa paura. Le scuole preferite sono la New York Film Academy di Union Square, la Columbia University, la New York University». Si tratta di persone che vogliono comprare nel West Village, a Soho, nel Meat Packing District: «Anche gli studenti della Columbia preferiscono vivere a Downtown, preferibilmente nella parte West perché qui hanno la subway che li porta direttamente in università».

Condo per under 40
«Sotto i 40 anni – dice Pompilj – vogliono Union Square, Chelsea (dove ci sono le gallerie d'arte nelle townhouses e gli storici loft, ndr), Gramercy Park, tutto il Village, Nolita (North of Little Italy, ndr), Soho, Noho, Tribeca. La zona West è la più richiesta ma anche quella con minor offerta, tanto che i prezzi possono raggiungere persino i 30mila dollari al mq». Un condo molto ambito dagli italiani, secondo la Vivaldi Re, è il Superior Ink, con prezzi elevati, mentre gli appartamenti sull'Hudson costano meno ma sono rumorosi. «Si trovano però ancora cose carine – dice Pompilj – come un appartamentino sulla 9 West con la 10th in un palazzo senza ascensore che ho appena venduto a 13mila dollari al mq e con basse spese mensili». «Un'altra tendenza – aggiunge Rispo – per chi manda i figli alla Ny Film Academy, sia per il loro stile di vita sia perché ci si arriva con una fermata di metro, è il quartiere di Williamsburgh a Brooklyn, la nuova Soho. Qui il palazzo preferito è l'Edge, che affaccia sul fiume».

Financial district competitivo
E il Financial District? Passate le sbornie da giovani finanzieri rampanti, quando gli uffici trasformati in condomini sono falliti per i prezzi altissimi, ora gli stessi building sono tornati sul mercato a valori competitivi e con l'appeal dell'abbattimento totale delle tasse per dieci anni (nella maggior parte dei casi rimangono ancora 6-7 anni di esenzione). Secondo Corcoran, altro operatore di riferimento, sia le transazioni sia i prezzi sono aumentati in tutta Downtown. «Nel secondo semestre 2011 il prezzo mediano delle vendite di nuovi sviluppi è cresciuto del 27% e quello medio del 10% a Downtown», affermano, con un aumento significativo delle transazioni a Battery Park e nel Financial District.
I prezzi bassi stanno dunque attirando i capitali. «Un palazzo molto interessante è il Cocoa Exchange, l'ex Borsa del cacao, all'1 Wall Street Court, con un'esenzione fiscale consistente – dice Pompilj –. Una 3 bedroom di 135 mq con due bagni costa 1 milione e 50mila dollari e si potrebbe affittare facilmente a 6mila dollari al mese». Ma anche in questo caso i costi mensili pesano non poco.

Midtown piace a chi non vuole rischiare con le nuove tendenze e Vivaldi Re segnala la Metropolitan Tower di fronte a Central Park. «Si compra a 12-13mila dollari al mq – conclude Pompilj – ma se si vuole la vista parco si arriva facilmente a 20mila. Un bellissimo due camere di 140 mq al 66° piano costa 3,3 milioni di dollari, ma bisogna mettere in conto circa 30 dollari al mq al mese di spese». Di rappresentanza è poi il 400 Fifth Av., la parte residenziale del Setai Fifth, con ingresso separato: le grandi finestre a tutta parete regalano panorami mozzafiato. È stato sviluppato da Bizzi & partners e gli appartamenti messi sul mercato nel dicembre 2010: ora i prezzi vanno da 16mila a 38mila dollari al mq e le tasse mensili sono sopportabili grazie all'abbattimento fiscale. Le spese però sono intorno ai mille dollari al mese per un 2 camere.

Compri casa, hai il visto
Come avere la green card

La tanto agognata «green card», il documento che consente a un cittadino non Usa di risiedere negli States e che viene concessa molto difficilmente, diventerà probabilmente una facile realtà. Per i facoltosi. Se si hanno più di 500mila dollari da investire in proprietà immobiliari si potrebbe infatti presto avere accesso alla Green card, per soggiornare e non per lavorare. La notizia è di qualche giorno fa. Due senatori, Charles Schumer (democratico) e Mike Lee (repubblicano) stanno preparando la legge.

Il peso degli stranieri
Al marzo scorso gli investimenti immobiliari di un anno degli stranieri negli Usa ammontavano a 82 miliardi di dollari, contro i 66 dell'anno precedente. In testa, canadesi, cinesi, messicani. I dati sono dalla National association of realtors.

TAGS: Bizzi partners | Borsa Valori | Charles Schumer | Corcoran | Domus realty | Edge | Giampiero Rispo | Guido Pompilj | Metropolitan Tower | Midtown | Mike Lee | Stati Uniti d'America | Superior | Vivaldi Re | Wall Street | Williamsburgh

Trova Casa
annunci immobiliari
powered by