Ville di lusso buen retiro degli stranieri

di Paola Dezza

Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 22 dicembre 2011 alle ore 09:50.

La strada che corre lungo le rive del lago di Como costeggia di paesino in paesino ville immerse nei parchi secolari dove, lontano da occhi indiscreti, famiglie di inglesi e americani si rifugiano per una vacanza italiana. In Toscana sentieri che dolcemente si insinuano nelle colline offrono alla vista, dietro cancellate maestose, proprietà nobiliari o casali finemente ristrutturati pronti ad accogliere turisti stranieri, personaggi dello spettacolo o della finanza, famiglie di imprenditori in cerca di privacy, raffinatezze culinarie e ozio in piscina.

Il territorio italiano è costellato di dimore d'altri tempi, palazzi antichi, cascine riconvertite in magioni di alto livello o ville moderne, tutti teatri di vacanze esclusive. Un business che salva i proprietari, spesso eredi di imponenti patrimoni immobiliari, da spese di manutenzione e ristrutturazione insostenibili e allieta turisti dalle ampie disponibilità.

Natura, privacy e servizi di lusso – dai corsi di giardinaggio a quelli di pittura e cucina, dalle gite in idrovolante alle escursioni culturali organizzate in esclusiva – sono le parole d'ordine per una vacanza italian style, perfettamente elencate nei cataloghi di ville in affitto, dimore che spesso sono proprietà di personaggi famosi oppure che hanno ospitato nei secoli nomi noti e in grado di raccontare ampi stralci di vita quotidiana. Come Villa Passalacqua a Moltrasio, per esempio, dove soggiornò per lunghissimi periodi il compositore Vincenzo Bellini, o villa La quiete, di proprietà oggi degli eredi della famiglia Serbelloni, che ospita – trasportata da Milano – la camera dove dormì Napoleone e conserva ancore le stanze del Parini, precettore dei figli di Giangaleazzo Serbelloni. Ma c'è anche villa Giuseppina del magnate kazaco Nurlan Kapparov, giovane petroliere che ha acquistato la villa di Griante, sul lago di Como, nel 2008 e ora la concede in affitto a una clientela altamente selezionata in attesa di venderla per una cifra che supera i 25 milioni di euro.

Pochi sono però i network specializzati in queste tipologie di abitazioni che costano in genere da 2mila a molte migliaia di euro alla settimana. Uno di questi è Dream&Charme, network basato a Milano che raccoglie in catalogo 500 tra le più belle proprietà in Italia e nel mondo. Il network quasi due anni fa ha creato una certificazione per le residenze di categoria elevata che prevede lo screening di 300 parametri in base ai quali una villa si distingue: il valore dell'immobile, la location, i servizi come il collegamento internet, bagni e cucine, la presenza di una o più piscine, l'accuratezza del giardino.

«Il nostro network è una sorta di Relais & Chateaux delle ville – spiega Giorgio Caire di Lauzet, socio di Dream&Charme –. Il nostro obiettivo è anche contribuire alla valorizzazione del turismo in Italia».

Quali le richieste, qualche volta anche stravaganti, dei clienti di alto livello che soggiornano in villa? Dai corsi di pittura alle lezioni di giardinaggio, dalle escursioni culturali a quelle naturalistiche. Nelle richieste si arrivano a definire anche opzioni come il piumino al posto della coperta, oltre che i tipi di cuscino o di lenzuola.

Parte importante è la cucina, che deve essere ben attrezzata, ma ancor più viene richiesta la presenza fissa di un cuoco in villa anche per cene gourmand. Lo conferma anche I.C. Bellagio, agenzia di alto livello nel settore locazioni. «Uno dei servizi di maggior successo è proprio la presenza di un cuoco in villa, oltre alla piscina, a vaste aree esterne da vivere e visite guidate alle località della zona – dice Andrea Grisdale, che si è trasferita qui dall'Inghilterra 20 anni fa e ha fondato l'agenzia –. I clienti arrivano soprattutto da Gran Bretagna, Australia e Sud America e le mete più ricercate per un soggiorno in Italia sono la Costiera amalfitana, i laghi e la Toscana».

E i prezzi? «La forbice è molto ampia – spiega Grisdale – e varia da 5mila fino a 100mila euro a settimana. Un esempio di soluzione particolarmente costosa è Villa La Cassinella, dimora pieds dans l'eau a Lenno, sul lago di Como». Si tratta di una dimora arredata con estremo gusto, con cinema, campi da tennis e piscina, che si dice appartenga al patron della Virgin, Richard Branson.

TAGS: Andrea Grisdale | Camera dei deputati | Giangaleazzo Serbelloni | Giorgio Caire | Gran Bretagna | I.C. Bellagio | La | Milano | Nurlan Kapparov | Relais Chateaux | Richard Branson | Toscana | Turismo | Vincenzo Bellini | Virgin

Trova Casa
annunci immobiliari
powered by