Tre grattacieli al posto del supermarket a Settimo Torinese

di Adriano Lovera

Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 09 ottobre 2012 alle ore 18:53.

Tre torri per appartamenti più negozi, parcheggi e una piazza pubblica. Tutto questo al posto del vecchio supermercato Standa. Stanno per partire i lavori della maxi riqualificazione che interesserà il centro di Settimo Torinese, Comune di 50mila abitanti al confine nord di Torino. Il progetto, già presentato in primavera in fase preliminare, ora è definitivamente pronto. Le ruspe cominceranno entro dicembre 2012 per una prima fase demolizione e contestuale consolidamento del terreno, mentre i tempi di realizzazione finale non sono ancora stimati. Si tratta di un investimento privato di circa 30 milioni di euro frutto della stretta collaborazione tra il Comune e Lo Smeraldo srl, società di costruzioni locale, che aveva rilevato il complesso da Aedes.

L'edificio attualmente è composto da un piano interrato, un piano terra e due soprastanti, rimasti chiusi per anni a causa di un contenzioso tra la vecchia proprietà e la catena di supermarket Billa che lo utilizzava in affitto. Al suo posto sorgeranno 3 torri rispettivamente di 15, 13 e 11 piani. Sono previsti due piani interrati di parcheggi, un piccolo centro commerciale e una galleria con 8 negozi negozi, una piazza e altri spazi pubblici. La parte residenziale, la più corposa, arriverà a mettere sul mercato 140 appartamenti. Tutti in classe energetica A, con predisposizione per la banda larga e con una particolarità cromatica: i tetti saranno di colore verde, ottenuto soltanto mediante soluzioni vegetali.

La superficie interessata è di 4.250 mq e, a lavori ultimati, la cubatura totale aumenterà di circa il 10%, passando da 27.000 a 30.000 mq in volume. L'opera è stata concordata e progettata insieme all'amministrazione locale. "Era necessario, visto che il nuovo quartiere svolgerà un ruolo di cerniera tra l'isola pedonale del centro storico e la zona dove un tempo sorgeva la Paramatti, che oggi ospita la moderna biblioteca multimediale Archimede" ha spiegato il sindaco del Comune, Aldo Corgiat. La progettazione è stata affidata all'architetto Angelo Delli Gatti della Ad Studio.

TAGS: Aldo Corgiat | Angelo Delli Gatti | Billa | Esercizi commerciali | Lo Smeraldo | Standa | Torino

Trova Casa
annunci immobiliari
powered by