I tedeschi rivalutano la scelta del mattone e investono nella proprietÓ

di Paola Dezza

Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo Ŕ stato pubblicato il 17 ottobre 2013 alle ore 12:45.

La forza economica di cui la Germania ha beneficiato negli ultimi anni spinge i tedeschi a cambiare abitudini. Almeno in fatto di immobiliare.
Storicamente, infatti, la Germania non Ŕ mai stata un Paese in cui la proprietÓ immobiliare era una necessitÓ imprescindibile, come invece Ŕ avvenuto e avviene tuttora nei Paesi dell'Est Europa – dove la proprietÓ sfiora in alcuni casi il 100% - o la stessa Italia, dove la quota di proprietari di casa si aggira sull'80%.

I due terzi dei tedeschi per˛ oggi ritengono che l'investimento nel mattone residenziale sia la forma ideale per assicurarsi una vecchiaia agiata e tranquilla.
╚ quanto emerge da una ricerca del tedesco Allensbach Institute, che registra come solo una pensione statale sia ritenuta pi¨ interessante.
A spingere gli acquisti immobiliari dei compatrioti di Angela Merkel sono i bassi tassi di interesse.
Dal sondaggio emerge che per i tedeschi oggi il mattone Ŕ considerato sicuro e anche profittevole. Non solo. La maggioranza dei tedeschi pensa che il mattone sia pi¨ attraente dell'oro.
Il 37% dei 1.553 intervistati dice che acquistare una casa Ŕ una buona forma di investimento per una vecchiaia sicura, mentre il 35% dice che Ŕ pi¨ interessante in termini remunerativi acquistare per mettere in affitto.
Il mercato tedesco sta registrando quindi prezzi immobiliari in aumento, proprio per l'interesse sul residenziale e anche per i maggiori investimenti nel segmento uffici.
VDP, associazione di 38 banche tedesche specializzate in mutui, registra una salita dei prezzi per case singole e appartamenti del 4,1% nel secondo trimestre 2013 rispetto allo stesso periodo 2012. E nei mesi successivi l'aumento Ŕ stato pi¨ consistente. Secondo l'Europace house price index EPX i prezzi degli appartamenti sono saliti dell'11% da gennaio a settembre 2013, mentre i valori delle case unifamiliari esistenti sono saliti del 7,6% e del 5% quello delle case nuove. ╚ la prima volta da quando Ŕ nato, nel 2005, che l'indice segna una crescita a doppia cifra (quella per gli appartamenti in condominio).

La domanda di abitazioni in cittÓ come Berlino e Francoforte Ŕ superiore al numero di nuove costruzioni offerte.
Anche il trend dei canoni di locazione Ŕ in aumento. Secondo il rapporto Housing market 2013 di GSW e CBRE, i canoni sono saliti del 13% nel 2012. J÷rg Schwagenscheidt, di GSW Immobilien AG, sostiene che il trend a Berlino perdurerÓ anche nei prossimi anni grazie alla crescita della popolazione. Un esempio? In media ogni 20 ore una nuova internet company si stabilisce a Berlino. E i lavoratori del segmento internet sono in continuo aumento.

TAGS: Allensbach Institute | Angela Merkel | Berlino | Investimenti finanziari | J÷rg Schwagenscheidt |

Trova Casa
annunci immobiliari
powered by