In arrivo due nuovi ponti sul Tamigi per migliorare la viabilità

di Nicol Degli Innocenti

Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 16 dicembre 2013 alle ore 18:01.

(Arup)

(Arup)


Due nuovi ponti pedonali per Londra: le autorità hanno dato il via libera a due progetti avveniristici che trasformeranno l'aspetto e miglioreranno la viabilità della capitale britannica. Il primo è il Garden Bridge, un ponte che sarà un vero e proprio giardino sospeso sul Tamigi nel centro di Londra, tra la stazione della metropolitana di Temple sulla sponda nord del fiume e la South Bank sulla sponda sud.

Il ponte "attrarrà turisti da tutto il mondo - ha affermato il cancelliere George Osborne annunciando un finanziamento di 30 milioni di sterline per il progetto, che si prevede costerà in totale 150 milioni –. Il ponte porterà un nuovo genere di spazio pubblico nel centro della nostra capitale, mettendo in mostra il meglio della creatività, dell'ingegneria e del design britannici". Anche il sindaco di Londra Boris Johnson si è schierato a favore del nuovo ponte e ha promesso altri 30 milioni da parte del Comune, mentre le donazioni private hanno già superato i trenta milioni.
Il Garden Bridge intende essere un punto di ritrovo e un luogo di conversazione, e vuole costringere i passanti ad attraversare lentamente il fiume, passando per sentieri tra gli alberi e i cespugli. E' stato progettato dall'architetto Thomas Heatherwick, che lo scorso anno aveva contribuito alla cerimonia di inaugurazione delle Olimpiadi, mentre l'idea era stata proposta in origine dall'attrice Joanna Lumley. L'ispirazione era stata il successo della High Line di New York, un giardino lineare creato su un tratto di ferrovia dismesso.
L'altro ponte che verrà costruito l'anno prossimo si chiama invece Diamond Jubilee Footbridge e sarà riservato a pedoni e ciclisti, con un'illuminazione notturna speciale. La struttura a grandi archi collegherà la zona di Battersea in via di rigenerazione sulla sponda sud del Tamigi con Chelsea Harbour a nord e passerá accanto al ponte della ferrovia. Il ponte, progettato dall'architetto Chris Medland dello studio One-World Design, sarà realizzato in acciaio bianco e intende "dare un'idea di eleganza e leggerezza". Si prevede che verrà usato da "almeno un milione di persone" all'anno, costerà 22 milioni di sterline e sarà finanziato interamente da imprese private.
Gli ultimi ponti pedonali ad essere costruiti a Londra sono stati il Golden Jubilee Bridge nel 2002, che collega Charing Cross e la South Bank, e il Millennium Bridge nel 2000, che collega la cattedrale di St. Paul's con la Tate Modern.

TAGS: Boris Johnson | Chelsea Harbour | Chris Medland | Diamond Mako | George Osborne | Joanna Lumley | Londra | South Bank | Tamigi | Thomas Heatherwick | Trasporti e viabilità

Trova Casa
annunci immobiliari
powered by