In Israele il top è White City, sviluppo griffato Giorgio Armani. Un progetto da 300 milioni di euro

di Evelina Marchesini

Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 19 dicembre 2013 alle ore 18:15.

«Non è facile convincere Giorgio Armani a mettere la propria firma in un nuovo progetto – spiega Ran Ben Avraham, vice president di Zemach Hammerman – così inizialmente gli abbiamo proposto di mettere il proprio nome solo negli arredi e nello stile della lobby e delle penthouse. Ma ora ha deciso di occuparsi dell'intero progetto: per noi è un grande riconoscimento. Armani non è mai venuto in Israele ed è un grande nome a livello mondiale, siamo convinti che sarà un enorme successo».

White City, nello storico quartiere di Neve Tzedek a Tel Aviv, comprende 163 appartamenti di altissimo livello oltre a un piccolo "pavillon" con 14 residenze e nelle torre principale ci sarà una grande lobby, ideata e disegnata da Armani, che fungerà da punto di incontro. In media, ogni appartamento include un "coupon" del valore di 50mila euro di arredi e complementi di Armani Casa, che ha aperto uno store anche a Tel Aviv. Nelle penthouse, invece, è lo stesso Armani a disegnare e arredare le singole residenze. E le vendite come vanno? «Abbiamo già venduto 142 appartamenti nella torre – dice Avraham – e ora apriremo le vendite delle penthouse». Prima di iniziare, naturalmente, lo sviluppo: «A Tel Aviv si lavora così, soprattutto per il lusso – dice Avraham –, vendendo tutto sulla carta, con una previsione di consegna degli edifici nel 2014. In questo caso, poi, si tratta di un progetto del valore di 300 milioni di euro e sarebbe impensabile fare altrimenti. In ogni caso in Israele ci sono solidissime garanzie bancarie a tutela dell'acquirente. Tutti sanno che in Israele i valori che si pagano sulla carta raddoppieranno alla consegna dell'edificio». Circa il 60% degli appartamenti sono stati venduti a ebrei stranieri, principalmente europei, e con una forte presenza di acquirenti francesesi, dei Paesi Bassi e svizzeri. E italiani? «Sì, naturalmente – risponde Avraham –. Alcuni». E poi dal Venezuela, dall'India, da Londra.

E i prezzi? Una penthouse nel pavillon, di circa 200 metri quadrati, viene venduta a circa 25mila euro al metro; nella torre gli appartamenti, in media, costano 15mila euro al metro, mentre le penthouse verranno messe in vendita a oltre 20mila euro al metro.

Un altro sviluppo di lusso di Zemach Hammerman a Tel Aviv è Bezalel, nel cuore della città, a pochi minuti dal mare e dal HaBima Theater, dal Dizengoff Center e dal Carmel Market. Non è così caro come White city e oggi viene venduto a circa 7mila euro al metro quadrato, con una forte caratterizzazione nello stile "Tel Aviv". Il progetto prevede sia appartamenti sia una parte di commerciale e sarà abbracciato dal mercato di Bezalel e sta rapidamente conquistando acquirenti.

TAGS: Armani | Ben Avraham | Bezalel | Neve Tzedek | Prezzi e tariffe | Tel Aviv | Zemach Hammerman

Trova Casa
annunci immobiliari
powered by