In vendita la Cavallerizza Reale nel cuore di Torino per 11,5 milioni di euro

di Michela Finizio

Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 16 luglio 2012 alle ore 18:23.

In vendita uno dei più suggestivi complessi edilizi nel cuore della città Sabauda per un valore complessivo di circa 11,5 milioni di euro. La Cavallerizza Reale, nata da un grandioso progetto di riorganizzazione urbanistica ideato da Carlo Emanuele II di Savoia nel 1668, si estende su vari edifici e zone cortilizie per 14.500 metri quadri. Il complesso costituiva porzione delle ex scuderie reali e maneggi, in diretto collegamento con Palazzo Reale. Verso la fine del secolo scorso, il Comune di Torino ha acquisito dal Demanio l'intera area da restaurare. Dal 2001 La Cavallerizza Reale ospita il Teatro Stabile di Torino: i vari ambienti, oltre che a servire come palcoscenico, sono stati utilizzati come spazi per prove, depositi, ripostigli, camerini, sala di montaggio scenografie.

A procedere oggi alla trattativa privata a evidenza pubblica sono le due società, Ipi e Yard, aggiudicatarie della gara indetta dalla Città di Torino per la commercializzazione di due portafogli immobiliari vendono. A loro, infatti, il 3 marzo 2011 l'amministrazione pubblica e i rappresentanti degli Istituti di Credito coinvolti hanno affidato, a seguito dell'approvazione del piano industriale presentato, l'incarico delle vendite. Il secondo portafoglio in cui ricade il complesso in questione, nel dettaglio riguarda cinque lotti per un valore complessivo di circa 38 milioni di euro. La cessione dei crediti (attività, beni, immobili….) a terzi attraverso la vendita del complesso immobiliare dovrebbe garantire la restituzione dei capitali e interessi anticipati dagli istituti di credito al comune di Torino.

Dopo alcuni tentativi di asta pubblica, andati deserti, oggi il patrimonio architettonico della Cavallerizza Reale viene messo in vendita tramite trattativa privata a evidenza pubblica. Il prezzo a base d'asta è fissato appunto, in 11.474.000 euro. Al comprensorio si accede sia da via Verdi, in corrispondenza dei civici 7 e 9, sia dalla via Rossini. Il raggruppamento temporaneo Ipi-Yard, costituitosi per coniugare le specifiche competenze e professionalità finalizzate al conseguimento del miglior risultato per la Città di Torino, esprime la sua soddisfazione per la procedura adottata. Il primo tentativo di vendita del secondo portafoglio, infatti, per l'intero blocco dei lotti con avviso d'asta risale al 30 marzo 2011 (nessuna offerta presentata).

Il complesso, ovviamente, è oggetto di decreto di vincolo ai sensi dell'art 10 del Dlgs 42/2004 emesso dalla Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Piemonte: costituisce "parte delle annesse dipendenze settecentesche del Complesso del Real Palazzo di Torino, sede della monarchia sabauda".

TAGS: Carlo Emanuele II | Fusioni e Acquisizioni | La Cavallerizza Reale | Piemonte | Pubblica Amministrazione | Real |

Trova Casa
annunci immobiliari
powered by