DONAZIONE NON IMPUGNABILE TRASCORSI VENT'ANNI

Mia madre, ancora in vita, mi ha donato, 22 anni fa, dei terreni trascritti nei registri immobiliari. Desidero sapere se mio fratello può avvalersi dell'azione di riduzione, non avendo fatto alcuna opposizione alla donazione. A cosa vado incontro in futuro?
Secondo l’opinione espressa dal Consiglio nazionale del Notariato (si veda Studio n. 5809/C, approvato dalla Commissione studi civilistici il 21 luglio 2005) la nuova disciplina delle donazioni, quale risultante dagli articoli 561 e 563 del Codice civile emendati dal Dl 35/2005 (convertito nella legge 80/2005) e dalla legge 263/2005, si applica anche alle donazioni stipulate antecedentemente la data di entrata in vigore della citata legge 80/2005, ossia il 15 maggio 2005.Con questa riforma il legislatore ha voluto rendere meno precarie le cosiddette "provenienze donative", fissando un termine certo (venti anni dalla trascrizione della donazione nei Registri Immobiliari) scaduto il quale i beni donati possano circolare liberamente, non potendo più essere oggetto di azioni di restituzione a seguito di liti tra gli eredi. I beni donati, tuttavia, continuano ad essere esposti a questo rischio qualora i legittimari (coniuge e parenti in linea retta del donante) abbiano notificato e trascritto nei confronti del donante e dei suoi aventi causa un atto di opposizione alla donazione.Nello specifico caso del lettore, tuttavia, essendo trascorsi più di venti anni dalla trascrizione delle donazioni nei registri immobiliari ed essendo, peraltro, la donante ancora in vita, il diritto del legittimario a fare opposizione a queste donazioni appare ormai precluso. Di conseguenza, il legittimario, qualora alla morte della donante risulti leso nei suoi diritti di legittima, può agire in riduzione contro il donatario (nel termine di dieci anni dalla morte della donante) ma, se nel frattempo il donatario ha alienato a terzi i beni donati, il legittimario, pur non trovando soddisfazione nel patrimonio del donatario, non può più chiedere la restituzione di detti beni nei confronti dei terzi.

Non hai trovato quello che stavi cercando? Cerca nella banca dati dell'Esperto Risponde